Boite d’Or  è stata fondata da Vilma e Dario Prandoni a Cuneo nel 1978. In seguito, Dario e Vilma hanno trasferito la loro passione ai figli, Alberto e Silvia, che oggi seguono le orme dei genitori nel mondo del gioiello.

 

Siamo cresciuti tra i gioielli e gli orologi. Alberto ha partecipato alla prima fiera di Basilea quando aveva solo 2 anni! Dopo aver completato gli studi e le nostre esperienza individuali ci siamo trovati con la stessa aspirazione: creare la nostra linea di gioielleria che fosse in grado di distinguersi nel mercato e che fosse il risultato di un’attenta e originale ricerca di design prendendo come punto di riferimento la lezione creativa che l’Italia ha saputo conferire nel ventesimo secolo.”

Creare una nicchia in un mercato globale sovraffollato non era facile né scontato. Boite d’Or Gioielli ripropone lo stile e le tradizioni del passato, quando grandi nomi come Tiffany, Pomellato, Bulgari e pochi altri avevano l’abilità e la forza di creare gioielli su misura, creati sul desiderio individuale di quella donna che avrebbe indossato il gioiello in una specifica occasione speciale.

“Vogliamo tornare all’alta gioielleria, scegliendo gemme e materiali preziosi di assoluta qualità, con un design originale in grado di riflettere la personalità individuale. Per questa ragione creiamo pezzi unici o edizioni limitate. Proponiamo variazioni di colore e modifiche personalizzate al fine di soddisfare perfettamente i desideri di coloro che si rivolgono a noi.”

Questo non ha nulla a che vedere con un mercato nel quale i nomi famosi vivono sul glorioso passato e con un pubblico che si adatta a gioielli standardizzati prodotti in grandi numeri. L’alta gioielleria di Boite d’Or immagina e crea gioielli non convenzionali con una struttura preziosa e piccoli colpi di scena. Questi gioielli desiderano generare emozioni! “Vogliamo riproporre il gusto del divertimento, con gioielli che sorprendono e che riescano a stupire chi li indossa. Disegniamo anelli, braccialetti, collane come se fossero oggetti viventi in grado di raccontare la propria storia.”

Artefatti che creano una legame emozionale con l’acquirente, incoraggiando un continuo e privato dialogo con lui o lei. “Siamo convinti che si debba ritornare al giusto equilibrio, a pochi pezzi di qualità scelti attentamente, rinunciando a grandi quantità standardizzate. Il nostro desiderio è diventare interpreti di questa nuova era, con prezzi focalizzati sul valore dei materiali invece che sui costi secondari.

La varietà delle gemme e delle forme così come i temi di ispirazione aprono un incontro con le culture più diverse nel vasto mercato globale. Il colore, sempre molto presente in tutte le collezioni, è espresso con la scelta di gemme inusuali spesso tagliate in modo particolare. La costante è sempre la scelta esclusiva di materiali nobili e gemme preziose naturali.

“Vorremmo ribadire che il prodotto non è il nostro focus, bensì la persona con i suoi desideri, sogni, gusti e cultura. Il nostro approccio ci consente di raggiungere il singolo e interpretare le sue richieste. E’ un percorso meno diretto e immediato, ma sicuramente ci assicura grandissima soddisfazione”.

 

per saperne di piu’ @ Boite d’Or

a cura di Massimo Basile

Articolo successivoTom Dixon firma il The Manzoni, ristorante showroom a Milano