Gli occhi? La porta dell’anima. Frange e ciuffi, il tocco glam per valorizzare lo sguardo.

L’incontro con Carmelo Spina è stato unico e prezioso: al telefono mi ha commossa, ha dato ascolto alla mia dimensione interiore come solo i grandi Maestri sanno fare. Poi, in questo momento storico delicato, mi ha fatto il grande dono della sua presenza. Ed è proprio così che ho avuto conferma di ciò che avevo percepito: Carmelo possiede il talento di forgiare la bellezza di ogni Anima rendendola manifesta. E lui ci riesce poiché vibra all’unisono con il ritmo dell’universo. Il battito del suo cuore avverte il Rinascimento che caratterizza questo momento storico.

 

Il palpito d’ali di farfalla delicata e leggiadra che si libra nell’aria crea arabeschi invisibili ed ispira celebri couturier. Gli stessi creativi che si lasciano intrigare dalla fierezza energetica dei felini, della tigre in particolare. Queste immagini ben esprimono la forza che ognuno di noi deve portare nel mondo: le ho ritrovate nelle ultime passerelle come nelle raffigurazioni d ‘arte contemporanea. Alcuni artisti interpretano con la Crisalide d’Oro il delicato passaggio che stiamo vivendo. Alcune sculture rappresentano l’umanità che sta rinascendo, talvolta posano solo un’ala sui corpi di statue che anelano al volo…

Come ci consiglia di affrontare questo delicato momento storico Carmelo Spina?

“Non a caso collaboro per questa rivista che si chiama ‘Rinascimento’ – commenta Carmelo Spina – In questo periodo è necessario innanzitutto un orientamento spirituale poiché come la fenice dobbiamo risorgere dalle ceneri. Del resto, è la situazione attuale a spronarci alla riscoperta di alcuni valori fondamentali. Dobbiamo cercare di essere ottimisti: ciò che abbiamo vissuto è servito e serve a cambiare la coscienza dell’uomo. Dobbiamo ritrovare noi stessi, perché dobbiamo restare centrati, avere fiducia nella vita, essere in asse. Una grande prova come questa serve sempre a crescere, a cambiare, a capire”.  Ho avuto un padre accademico dell’acconciatura e comprendo il concetto che desidera esprimere. So bene che il mondo della bellezza dona molte soddisfazioni ma implica spirito di abnegazione, impegno, sacrificio. E anche ascolto dell’altro.

 

Come concepisce questa rinascita nel mondo della formazione?

“In questo contesto ora dobbiamo concentrarci meno sul business e più sulla dimensione interiore del concetto di bellezza. La bellezza è Anima. Il rispetto degli altri parte dal fatto che tutti siamo connessi: dobbiamo avere un pensiero sano per gli altri. – specifica Carmelo Spina – L’industria della bellezza talvolta propone falsi idoli, canoni standardizzati che dobbiamo lasciare andare. Gli stereotipi imposti dalla nostra società hanno causato anche disagi psicologici. Noi possiamo soffermarci ad aiutare ogni persona a realizzare se stessa secondo le proprie inclinazioni e i propri talenti”. Ogni persona ha una sua percezione dell’universo, dei suoi ritmi di natura. Ogni individuo possiede delle “sue nuance”. Tutto sta a farle scaturire dall’intimo. Questo momento storico, tra l’altro, per il minore inquinamento ha creato una maggiore vibrazione cromatica di tutto ciò che ci circonda.

 

Quali sono i dettami per il “suo” look di questo periodo? Nelle fashion week mondiali abbiamo visto in Digital un adattamento ad uno stile con linee meno definite, più morbide. Al tempo stesso una contaminazione evidente data da questa natura rigogliosa dalle nuances sgargianti. Quali sono i suoi consigli?

“Condivido. Le linee sono sinuose, non aggressive. Gli stilisti hanno optato per un tripudio di colori contrastanti, quegli opposti che valorizzano e risaltano. Le mascherine permettono al nostro sguardo di comunicare più intensamente.  – prosegue Spina – Per potenziare la profondità di questo dialogo tra visi celati, assolutamente innovativo per la nostra concezione occidentale, sono indicate le acconciature con frange e ciuffi. L’occhio è la porta dell’anima. Il taglio più a’ la page è il Mullet, dalle linee particolari che accarezzano ed incorniciano il viso”.

 

Tutto ciò ci riporta alle tendenze dettate anche un tempo dai francesi, da Jean Louis David, ad esempio. La Francia è da sempre culla di innovazione creativa. In questi giorni Spina ha presenziato ad un’iniziativa sul lago Maggiore a Luino organizzata dal Rotary Club Laveno Luino Alto Verbano presieduto da Giusy Giordano e dall’Associazione Amici delle Sempiterne presieduta da Simona Fontana con il patrocinio della Città di Luino.

L’incontro, svoltosi nella cornice preziosa del Relais Villa Porta già Camin Hotel Colmegna, è stato organizzato da Emanuela Lanni, bravissima professionista della bellezza e moderato dal Past President Rotary Francesco Surace. Presente anche la Vice Presidente del Rotary Club Laveno Luino Alto Verbano Linda Franzetti. Al meeting ha presenziato anche l’Editore Massimo Basile.

 

In questo contesto Spina si è rivolto alle anime che costruiranno il futuro. “Viaggiando molto, porto la filosofia della bellezza ai giovani e ai colleghi di tutto il mondo con un’anima aperta, pronta a ricevere e a dare. In questo movimento, quello che prendiamo da un luogo lo possiamo portare e trasmettere in un altro luogo alle nuove generazioni” e Carmelo Spina realizza tutto ciò anche in qualità di Art Director di un magazine che viene distribuito in tutto il mondo. “Per i giovani consiglio eleganza, rinascita, silenzio dalla confusione del bombardamento social. La bellezza non è solamente estetica. È il concetto di aiuto agli altri per creare delle immagini che non siano prive di una forza interiore: fate scaturire da ognuno la propria bellezza!

 

Stimolo tutti i giovani a comprendere che fare questo lavoro non è così facile, conclude Spina, chi decide di intraprendere questa strada deve essere cosciente e deve avere la padronanza non solo della tecnica e dello stile ma dell’essere umano nella sua totalità e lo deve aiutare a realizzare veramente se stesso”.

 

Articolo a cura di Simona Fontana

Photo Emanuele Sosio Galante

 

Articolo precedenteMoka Bialetti, il design italiano che profuma di caffè
Articolo successivoGran Ballo Russo – Milano: L’Evento Glam per Antonomasia