La passione come missione di vita: questo tema guida costantemente le creazioni dell’Orafo artista italiano Francesco Ridolfi. Un amore portato avanti con sacrificio e dedizione, proteso verso la bellezza e l’originalità. In un mondo governato dalla caducità e dall’inquietudine, uno slancio salvifico tramuta le ombre in luci. L’eterna battaglia tra il Bene e il Male è presente nelle opere di questo creatore, sovente ispirate al mondo del fantastico e dell’onirico. Le antiche leggende risuonano nella sua produzione; niente è lasciato al caso ma tutto segue un percorso preciso di iniziazione alla scoperta di se stessi. Un gioiello può dire tutto questo ed è unico ed irripetibile nella sua imperfetta perfezione. La natura, maestra di vita, è fonte di ispirazione costante con la sua energia positiva e il suo simbolismo arcaico. La città nel cielo è il nome della sua opera magna, premiata come seconda miglior creazione, in occasione del recente Premio Incinque Open Art Jewelry durante la Roma Jewelry Week nell’ottobre del 2021.

Anello in argento e oro giallo, bronzo ossidato e perla australiana

Questo pregiato anello simboleggia la lotta per la libertà, un bene essenziale per l’umanità talvolta messo in pericolo da forze oscure. Le ali che spuntano da una montagna ideale spiccano il volo verso l’alba di una nuova era. La perla che simboleggia il sole è fonte di ottimismo e speranza per l’avvenire, in un mondo che sembra sgretolarsi come la roccia che è in apparenza solida ma che può divenire fragile.

Francesco Ridolfi riceve il secondo premio dall’Arch. Monica Cecchini, ideatrice dell’Award e della Roma Jewelry Week

Analoga ispirazione ha dato vita a tre collier scultorei a tema “ Skycity of Bhujerba”.

Bhujerba è una città-stato flottante situata nel Continente celeste di Dorstonis protagonista del magico universo di Final Fantasy XII. Una città fantastica in lotta per la propria libertà contro le forze degli invasori. Sempre pertinente allo stesso tema è la serie di  anelli in argento ossidato con corindoni.

Francesco ha fatto della ricerca e della fatica che accompagna il suo lavoro squisitamente artistico e artigianale una ragione di vita. Nato nella meravigliosa città di Cattolica in Emilia-Romagna, si è formato presso l’Istituto d’Arte “Mengaroni” di Pesaro. Le sue opere sono state esposte in molte gallerie italiane, ma anche a Miami e New York. Nel suo laboratorio nascono le creazioni che spesso sono frutto di una collaborazione con la committenza. Il cliente ha un posto speciale nell’attività di Francesco e diviene parte integrante del processo di realizzazione del gioiello. Ogni pezzo è quindi unico ed estremamente personalizzato, che siano le fedi nuziali, un solitario, una promessa d’amore o un monile da indossare per tutti i giorni.

Anello argento Nido con zircone naturale blu, pezzo unico
Anello Strati in argento

Parte della produzione di Francesco Ridolfi è dedicata agli sponsali. Sono sempre di più le persone che si rivolgono a questo artista per avere fedi nuziali e solitari ad personam.

Anello solitario per uno special wedding a Conventino di Gradara (PU)

Queste sono solo alcune delle sorprendenti creazioni di questo poeta del gioiello. Il mondo onirico è presente dentro di lui come in questa poesia di Edgan Allan Poe, insigne poeta statunitense:

Nelle visioni della tetra notte
io ho sognato una gioia fuggita
ma un segno desto di vita e di luce
mi ha lasciato il cuore spezzato.
Ah! come non è un sogno di giorno
per colui gli occhi del quale cadono
sulle cose circostanti con un raggio
rivolto indietro al passato?
Questo santo sogno, questo santo sogno,
mentre tutto il mondo s ‘agitava,
mi ha rallegrato come un amoroso raggio,
guidante uno spirito solitario.
Che importa che questa luce, attraverso la tempesta
e la notte, tremò così da lontano
che cosa vi poteva essere di più puramente brillante
nella stella del giorno della Verità?

(Edgar Allan Poe, 1827)

 

Per saperne di più @ Francesco Ridolfi Orafo

Photo by Agnese PiccoliAlessandro Gionni 

Wedding by Joy Wedding Planner

 

Articolo a cura di Laura Astrologo Porché

Instagram: @journaldesbijoux

 

 

Articolo precedenteLamborghini Urraco… capolavoro senza tempo
Articolo successivoLa collezione Clip di Gismondi 1754, icona del gusto