Mirko Petracci torna a Milano e sceglie Bioesserì per una serata all’insegna dell’arte della buona pizza e della mixology. Pizza gastronomica e miscelazione si incontrano a Milano, il 26 ottobre. Mirko Petracci, de La Scaletta di Ascoli Piceno, torna nella città lombarda per una serata speciale da Bioesserì Porta Nuova, ristorante biologico punto di riferimento per coloro che vogliono mangiare sano senza rinunciare al gusto, ai sapori e all’eccellenza.  Il menù, studiato in sinergia con lo Chef Federico Della Vecchia e il barmanager Carlo Simbula, esplora un nuovo tipo di abbinamento: quello insolito tra pizza e cocktail.

Per iniziare il viaggio gourmet, Bioesserì propone La Mediterranea, condita con cipolla stufata con uvetta e pinoli, sarde gratinate, caramello di alici e polvere di aneto abbinata al Basil & Bubble, un drink fresco, dai toni balsamici, ideato per contrastare i sapori salini della pizza. Il protagonista del cocktail è il basilico, che dona un colore verde acceso, insieme con lo champagne Brut Collet. Si prosegue poi con Rosso oro di terra e di mare: qui, i sapori della terra e del mare si incontrano grazie alla presenza della polvere di pomodoro, la tartare di gambero rosso di Mazara del Vallo, la fonduta di pinoli e per finire, il caviale al lime. Il drink pairing sarà con Tropical 75, una reinterpretazione del classico French 75, dove in sostituzione del limone troviamo il Maracuja, frutto perfetto per esaltare la sapidità delicata del gambero.

La terza pizza è Profumi in BianConero, con ricotta di cocco, capasanta dell’Adriatico, paccasassi del Conero e olio di lentisco, il tutto in abbinamento con Pimped Margarita, un cocktail strutturato che permette di sostenere i sapori intensi della pizza. Alla base di Margarita, viene aggiunto il Mastiha, un liquore greco dai sentori balsamici, di resina, che si abbina alla perfezione alle erbe presenti nella pizza.

Ultima proposta della serata sarà È ascolana ma non è un’oliva, la novità in casa Petracci. Si tratta di una pizza servita con fonduta di Parmigiano Reggiano, petto di pollo, filetto di manzo, arista di maiale, fondo bruno, polveri di nocciolo di oliva, granella di oliva tenera ascolana essiccata, crema di carote, crema di cipolla, crema di sedano: il topping creato da Mirko Petracci destruttura così la classica oliva ascolana.Il pairing sarà con Mint Power: un sour drink a base di menta che dona una piacevole nota di freschezza. Il cocktail è servito con pochissimi ingredienti così da bilanciare al meglio la ricchezza di sapori della pizza.

Una serata da non perdere per gustarsi il mix curioso tra pizza e cocktail. Le bontà di Bioesserì restano comunque a Milano, in questo concept nato da un’idea di Vittorio e Saverio Borgia, due fratelli siciliani, che dopo la laurea in Economia alla Bocconi per il maggiore Vittorio e in Ingegneria Meccanica al Politecnico per Saverio, decidono di investire il loro talento nell’idea di una ristorazione buona, sana e golosa. Nel 2012 nasce così il primo Bioesserì a Milano e due anni dopo replicano a Palermo. A settembre 2019 inaugurano il terzo locale nell’avveniristico quartiere Porta Nuova a Milano.

Bioesserì è un luogo, dove al centro di ogni cosa c’è la sostenibilità ambientale, il rispetto e la ricerca della migliore materia prima rigorosamente biologica. Materie prime che provengono da produttori di fiducia selezionati in Italia (soprattutto in Sicilia) ma anche all’estero che praticano un’agricoltura naturale che non utilizza pesticidi e tutela la biodiversità.

Una cucina di territorio che esalta i sapori veri della terra, del mare e della montagna con ricette semplici, eleganti e raffinate per il bistrot con pizzeria che in alcune occasioni si abbina ad altri piaceri della tavola.

 

 

Articolo a cura di Nadia Toppino

Food, Wine & Hospitality Journalist

 

 

 

Articolo precedenteGala del Beteavòn… nobile pensiero volto al prossimo
Articolo successivoLa Roma Jewelry Week e i suoi premiati