Il Ponte Casa d’Aste dal 1974 

Asta 1, 2 marzo 2022
Esposizione 25, 26 e 27 febbraio 2022

Palazzo Crivelli, Via Pontaccio 12, 20121 Milano

Valentina Cortese è stata una delle ultime dive del cinema e del teatro italiano. Attrice versatile, drammatica ed intensa, ma anche lieve e ironica, ebbe una carriera prestigiosa accanto a Maestri indiscussi come Fellini, Truffaut e Strehler.

Credit – Giovanni Gastel

Un’attrice che fece una grande gavetta, cominciando dal gradino più basso della scala sociale. Appena nata fu affidata ad una famiglia di contadini. In seguito, si trasferì dai nonni a Torino ma fu a Stresa che iniziò a recitare ed ebbe l’opportunità di conoscere Victor de Sabata, uno straordinario direttore d’Orchestra. Nacque quindi una relazione tra i due, malgrado la grande differenza di età. Nel 1941 le venne affidato il suo primo ruolo importante nel famoso film “La Cena delle Beffe”: divenne così una delle protagoniste del genere cinematografico dei “Telefoni Bianchi”. Ma la sua carriera ebbe una svolta decisiva quando nel 1948 venne chiamata a Hollywood dove fu diretta dai più famosi registi dell’epoca e poté recitare accanto ai mostri sacri del cinema americano.

Valentina Cortese con Richard Burton e Liz Taylor

Il successo arrivò e fu travolgente. Le mancava però l’Italia e il ritorno fu trionfante. Diretta da Michelangelo Antonioni nel film “le Amiche” del 1951, vinse il Nastro d’Argento come attrice non protagonista.

Valentina Cortese con Antonio De Sica

L’incontro con Giorgio Strehler e il sodalizio artistico- sentimentale portò a un grande connubio. Anche la collaborazione con Zeffirelli fu di primissimo piano con film come Erodiade e Fratello Sole e Sorella Luna.

Il teatro – ancor più che il cinema- fu il suo grande amore.

In una dichiarazione Valentina disse: “Quello che si prova ogni sera recitando davanti al pubblico è una grande emozione, un profondo amore e anche una infinita paura di non saper dare fino in fondo quello che si ha dentro…. Quando a volte succede che si stabilisce tra pubblico e attore quel fluido di magia, indescrivibile, delirante -direi – allora il delirio è portato addirittura alla sfrenatezza più grandiosa. Non sempre accadono questi momenti ma quando accadono allora fare del teatro è davvero meraviglioso!

In concomitanza con la Milano Fashion Week 2022 le sale di Palazzo Crivelli, sede della Casa d’Aste Il Ponte, ospiteranno tre giornate espositive – 25, 26 e 27 febbraio 2022 – dedicate al lascito di Valentina Cortese.  L’asta, la cui finalità è a scopo benefico, si terrà l’1 e 2 marzo 2022.

Credit – Marcello Scopelliti

Patrocinata dal Comune di Milano e dalla Camera Nazionale della Moda Italiana, l’iniziativa rispecchia non solo il mondo personale e la fascinosa allure che circondava Valentina Cortese, ma anche la sua ricchezza interiore e il desiderio di lasciare un contributo concreto all’amata città di Milano, devolvendo i proventi all’Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri ed al Piccolo Teatro di Milano.

Bozzetto del Maestro Roberto Capucci

Saranno battuti i pezzi emblematici della sua collezione di abiti firmati: Roberto Capucci, Maurizio Galante, Christian Dior, Mila Schön, i caratteristici foulard e gli accessori, tra cui una bellissima collezione di valigeria Louis Vuitton. All’eleganza del guardaroba si affianca quella degli arredi, dei dipinti e degli oggetti d’arte.

Un’occasione da non perdere!

 

Articolo a cura di  Laura Astrologo Porché

Instagram: @journaldesbijoux

 

 

Articolo precedenteIn cammino sulle creste: far parte della montagna
Articolo successivoGiuseppe D’Errico, nuovo Executive Chef al 2 stelle Michelin “ La Madernassa Ristorante & Resort”