Va all’asta, on line, la collezione Petitjean, che verrà battuta all’incanto da parte di RM Sotheby’s.

Chi non ha sognato almeno una volta nella vita di partecipare ad un’asta e alzare la mano per fare un’offerta, suscitando ammirazione e invidia delle persone in sala? Se invece preferite la discrezione nessun problema, potrete partecipare ad un’asta imperdibile restando davanti al vostro PC.

Sì perché RM Sotheby’s, la più grande Casa d’Aste al Mondo, specializzata nella vendita di automobili, ha deciso di non rinunciare al secondo appuntamento annuale di Essen, trasferendo l’intero evento online e lasciando così, agli appassionati collezionisti di tutto il mondo, l’opportunità di potersi aggiudicare le auto più belle della collezione “Petitjean”.

Questa collezione prende il nome da Marcel Petitjean, ex- pilota, manager di successo e collezionista. La sua storia è una di quelle che lasciano un velo di meraviglia negli occhi di ogni appassionato. Fin da giovane, Marcel Petitjean ha sempre nutrito una grande passione per lo sport e in particolar modo per i motori. Negli anni tra il 1960 e il 1970 ha preso parte a diverse competizioni riuscendo, nello stesso periodo, a dare vita al suo progetto iniziale: acquistare automobili per creare un vero e proprio museo.

In 50 anni, Monsieur Petitjean è riuscito ad accumulare oltre 140 vetture prodotte tra il 1950 e il 1990. Stando alla quotazione di RM Sotheby’s, l’intera collezione delle 96 auto avrebbe un valore stimato di circa 10 milioni di dollari, ma tutto si giocherà all’asta, dove agguerriti collezionisti potranno sfidarsi all’ultimo click per riuscire a portare in garage uno, o più, di questi gioielli.

Scorrendo i vari lotti presentati nel dettaglio sul sito Internet di RM Sotheby’s, si può ripercorrere l’evoluzione dell’automobile in 50 anni di storia. Intenditori, appassionati e sognatori potranno infatti trovare l’auto perfetta; la collezione spazia da Ferrari, De Tomaso, Lancia, Jaguar, Alfa Romeo e tante altre. Nomi iconici e vetture particolari, per versione, colore e anche fascia di prezzo, con cifre che vanno da 10 mila ad oltre 1 milione di dollari.

Ovviamente, tra queste, ci sono anche modelli rari e preziosi, come ad esempio una Lamborghini Miura del 1968, una Aston Martin DB2 del 1955, una Porsche 911 Turbo del 1988 e una Mercedes-Benz 300SL Roadster del 1958 che, secondo la stessa RM Sotheby’s, potrà raggiungere la cifra di 1.2 milioni di dollari. Il countdown è già partito, chi offre di più?

a cura di Luigi Pandozi

foto @ RM Sotheby’s

impaginazione @ Alessandro Colombo

 

Articolo precedenteParola d’ordine: RIPARTENZA
Articolo successivo“Stardust” su Porto Cervo: Chef Stellato Italo Bassi & ConFusion Boutique Restaurant