L’Avv. Giuseppe Cavallaro, Cassazionista e professore universitario, founder dell’omonimo studio legale, ha vinto il “Legal Community Award 2021”, come avvocato dell’anno per il contenzioso e arbitrati. Lo Studio vanta una decennale esperienza in materia di diritto civile e nel diritto societario, contribuendo al suo continuo aggiornamento e corretta applicazione.

Tale contributo essenziale in materia, è dovuto anche alla presenza di quattro avvocati e tre trainee lawer, che permettono di tutelare l’azienda a 360 gradi permettendo una pronta risoluzione di qualunque problematica in materia societaria.

L’avvocato, grazie alla struttura del suo studio legale, si è distinto, fra tutti gli studi partecipanti al award 2021, per la sua capacità di interfacciarsi sia con enti privati, soprattutto piccole – medie imprese, sia con enti pubblici. Questo successo è dovuto anche ad una plurima notorietà anche a livello internazionale, in particolare con il Medio Oriente, essendo tra i pochi avvocato italiani a poter vantare uno studio professionale in loco e la massima collaborazione degli Enti governativi.

Il riconoscimento preso di “Avvocato dell’anno”, è stato conseguito grazie all’intervento dello Studio Cavallaro, per un importante contributo in materia di S.G.R. e diritto societario, visto che si ha evitato un grave danno nei confronti della Società difesa, vantando la presenza di un preliminare di acquisto stipulato ben cinque anni fa proprio con le parti in contenzioso. La bravura dell’Avvocato Cavallaro si riscontra nella piena padronanza della materia societaria che ha permesso una completa tutela legale del cliente che si era rivolta allo studio dopo passate attività professionali purtroppo piene di insuccessi.

Cavallaro ha dimostrato in sede di giudizio, cristallizzando e innovando la giurisprudenza in materia, che non si può procedere d’urgenza attraverso utilizzando lo strumento processuale disciplinato dall’art. 700 c.p.c., atto tipico e a carattere prettamente residuale, qualora non ci sia la presenza dei presupposti del fumus boni iuris e del periculum in mora. Questi elementi devono essere presenti fin dall’origine della proposizione della domanda; la grande conoscenza della materia e del caso concreto hanno permesso al Team dell Avv. Cavallaro di poter avere una visione d’insieme e respingere ogni pretesa ed eliminare ogni ragionevole dubbio sulla domanda in esame, a proprio favore. La motivazione del premio, che ha portato al successo l’Avvocato Cavallaro, è nata da una plurima esperienza che coinvolge una struttura legale di prim’ordine; con l’interdisciplinarietà acquisita nel corso del tempo, vantando sedi a Roma, Milano e Dubai, lo Studio opera in tutto il territorio nazionale ed internazionale, con partners locali, offrendo sempre una soluzione di livello eccellente sia in materia societaria che nel complesso campo degli NPL (non-performing loan)

L’innovazione portata nella materia societaria, grazie l’ambito premio, riscuotendo grande successo nella comunità forense, ha rappresentato ancora una volta come la preparazione e una forte sartorialità dell’intervento dell’Avvocato permettono di poter avere il risultato sperato e adempiere all’incarico conferito. La corretta interpretazione del diritto ha permesso di potersi distinguere tra i migliori del settore della materia societaria, potendo quindi risultare il giusto vincitore della rassegna.

Per saperne di più @ Legal NPL Company

Articolo a cura di Massimo Basile

Direttore Editoriale @

celebreMagazine World

Rinascimento Magazine 

Luxury Investment Magazine

 

Articolo precedenteAlla mostra si beve Bellussi
Articolo successivoAd Alberta Ferretti il “Women in Cinema Award”