Un successo oltre ogni aspettativa. Il motto di questa edizione “Teniamo accesa la passione” è stato di buon auspicio. E sabato in via Nassa si è finalmente tornati a respirare un’aria di genuino entusiasmo ed ottimismo! 

112 auto, 11 classi, oltre 40 marchi: dopo due anni di assenza causa Covid, lo scorso weekend si è conclusa la seconda edizione di Lugano Elegance e l’ottava di Lions in Classic. Ciò che è nato nel 2013 come progetto charity locale del Lions Club Monteceneri sotto il motto “Facciamo del bene divertendoci”, quest’anno con la seconda edizione di Lugano Elegance, grazie al sostegno della città di Lugano e alla passione di sponsor, partner e sostenitori, si è trasformato in un momento tanto sportivo quanto culturale dal carattere internazionale, capace di calamitare un folto pubblico genuinamente interessato al “Bello e ben fatto”.

Michele Foletti, Sindaco della Città di Lugano: «Una giornata culturale: sabato abbiamo presentato con Lugano Elegance nel cuore pedonale di Lugano, e la mattina in Piazza Rezzonico con il warm-up della 1000 Miglia, un concentrato di tecnologia che ha fatto la storia dell’evoluzione della meccanica in questo secolo e nel secolo precedente… c’era qualcosa da imparare per tutti. Io sono assolutamente convinto che momenti come questo servano a far render consapevoli tutti noi anche di quelli che saranno i passi tecnologici verso il futuro».

Massimo Albertini, Presidente del Comitato Organizzativo: «Abbiamo avuto vetture provenienti da tutta Europa e anche dagli Stati Uniti, auto di alto livello che spesso si vedono solo nei musei, e questo ci ha dato una grande soddisfazione perché ci ha permesso di proporre ai ticinesi e ai turisti che erano sabato a Lugano delle visioni importanti».

Venerdì 29 Aprile l’opening di questa “Tre giorni” è avvenuto nel cuore di via Nassa, presso Imago Art Gallery con il vernissage della mostra di Enrico Ghinato “Trasparenze e compresenze” – evento che ha riscosso grande successo con la partecipazione di oltre 300 ospiti.

Sabato 30 Aprile l’intero centro di Lugano brulicava di appassionati e curiosi: Lugano Elegance ha animato via Nassa con 49 auto che hanno segnato la storia della meccanica e del design automobilistico mondiale. Un successo ulteriormente suggellato dall’interesse anche per la prima cena charity del concorso, che ha registrato il “Sold-out”: 120 partecipanti, la premiazione delle auto vincitrici di Lugano Elegance e una mini asta di rari oggetti di automobilia battuta dalla prestigiosa casa d’aste internazionale Bonhams – il suo ricavato è stato interamente devoluto in beneficienza, sottolineando lo spirito charity che anima questa manifestazione.

Le scoraggianti previsioni meteo per la giornata non hanno tenuto lontano appassionati e curiosi da Lugano Elegance, l’appuntamento internazionale di auto classiche e storiche la cui ambizione è quella di inserirsi di diritto tra i principali eventi europei dedicati ai veicoli d’epoca. Le affascinanti vetture, prodotte dagli anni ’20 ai ’70 del ‘900, hanno dato bella mostra di sé sotto l’attento occhio scrutatore di ben due prestigiose giurie: la giuria del concorso di eleganza, presieduta da Philip Kantor, capo della divisione Automotive Europe di Bonhams, nonché giudice ai più importanti concorsi di eleganza del mondo, e la giuria dell’auto “Meglio documentata”, presieduta da Julio Saiz, fondatore di The Motor Chain, l’innovativa piattaforma che consente di raccogliere, mantenere e aggiornare la storia dei veicoli attraverso uno strumento semplice e potente, supportato da una tecnologia NFT blockchain.

Le tante preannunciate novità di questa edizione hanno attirato e incuriosito un pubblico sofisticato: riprova ne è il “Sold-out” delle visite guidate agli highlight di questa eccezionale kermesse. Beat Wälti – appassionato collezionista e conoscitore del settore, ha guidato le visite con un’impareggiabile “British accent” e curiosi aneddoti del “Behind the scene”, incantando senza distinzione tanto appassionati quanto famiglie. Anche la meteo si è dovuta piegare davanti a tanto entusiasmo: ed il sole, contro ogni previsione meteo, ha piacevolmente accompagnato il pomeriggio. Molto apprezzata anche l’App per cellulare dedicata all’evento, con la possibilità di seguire Lugano Elegance in streaming, ed il maxi schermo in Piazza Riforma, che ha fatto da cornice al saluto del Sindaco della Citta’ di Lugano, Michele Foletti, e alla sfilata delle auto vincitrici.

Chi si è dunque aggiudicato le due creazioni fiori all’occhiello dei premi di questo concorso?Lugano Elegance ha avuto due vincitori assoluti: prewar e postwar. Si è aggiudicato il trofeo creato per il concorso da Marco Pagot, la mano che ha disegnato i famosi personaggi dei cartoni animati Calimero pulcino nero e draghetto Grisù, l’auto vincitrice del “Best of Show Prewar”, 1932 Alfa Romeo 1750 Berlinetta Aerodinamica Touring, e il cronografo Rallymaster Hamilton Black n° 5 di 88, prodotto in serie limitata da The Lonville Watch Company, l’auto vincitrice del “Best of Show Postwar”, 1957 Talbot Lago T26 Grand sport.

Vincitrice del premio “Best Documented Car” è stata la 1957 FIAT ABARTH 750 GT ZAGATO CORSA

 

LISTA DELLE AUTO PREMIATE DALLA GIURIA CONCORSO DI ELEGANZA

BEST OF SHOW PREWAR: 1932 ALFA ROMEO 1750 BERLINETTA AERODINAMICA TOURING

BEST OF SHOW POSTWAR:1953 TALBOT LAGO T26 GRAND SPORT

BEST IN CLASS 1:1932 ALFA ROMEO 1750 BERLINETTA AERODINAMICA TOURING

BEST IN CLASS 2:1957 ARNOLT BRISTOL BOLIDE

BEST IN CLASS 3:1964 FERRARI 250 LUSSO

BEST IN CLASS 4:1953 TALBOT LAGO T26 GRAND SPORT

BEST IN CLASS 5:1990 FERRARI F40 EX CLAY REGAZZONI

BEST IN CLASS 6:1961 JAGUAR E-TYPE COUPE’

BEST IN CLASS 7:1957 FIAT ABARTH 750 CORSA

BEST IN CLASS 8:1969 LANCIA FULVIA HF PROTO SPYDER

BEST IN CLASS 9:1971 DE TOMASO PANTERA GRUPPO 4

BEST IN CLASS 10:1973 SHADOW DN1

BEST IN CLASS 11:1949 BENTLEY MK 6 MULLINER

 

PREMI SPECIALI

BEST DESIGN VIGNALE:1953 MG TC COUPE’ VIGNALE

BEST INTERIOR:1965 LAMBORGHINI 350 GT

BEST PRESERVED:1978 LANCIA STRATOS GRUPP0 4

MOST EXCITING DESIGN:1990 FERRARI F40 EX REGAZZONI

SPECIAL PRICE OF THE JURY: 1949 MERCEDES 170 S

FASHION OVER REASON: 1969 DODGE CHARGER RT

 

LISTA DELLE AUTO PREMIATE DALLA GIURIA BEST DOCUMENTED CAR

BEST DOCUMENTED CAR: 1957 FIAT ABARTH 750 GT ZAGATO CORSA

SPECIAL MENTION: 1932 ALFA ROMEO 1750 BERLINETTA AERODINAMICA TOURING

SPECIAL MENTION: 1978 FERRARI 400I

 

GIURIA CONCORSO DI ELEGANZA : Philip Kantor – Presidente – Massimo Delbò – Chrisotph Grohe – Chris Kramer – François Melcion – Giovanni Ribotta – Giuliana Vignale – Michel Zumbrunn

 

GIURIA BEST DOCUMENTED CAR: Julio Saiz – Mattia Grandori – Matthew Kenigstein – Antti Mäkitalo – Ferruccio Nessi – Frederic Vert

Domenica 1° maggio, 63 collezionisti si sono radunati con le proprie vetture per ciò che è ormai diventata una tradizione da non mancare: la gara di regolarità Lions in Classic che si è snodata tra i paesaggi mozzafiato del nostro bel cantone, da Rivera a Mendrisio. Ad aggiudicarsi il primo posto sono stati Ferruccio e Tamara Nessi con la loro Jaguar E-Type 1963.

Tutto ciò, comunque, non sarebbe mai stato possibile senza la genuina passione e motivazione di tutti gli amici, le istituzioni, gli enti e gli sponsor che si sono adoperati in prima persona per il successo di questa notevole edizione: un sentito ringraziamento a tutti da parte del comitato organizzativo!

 

Per saperne di più @ www.lionsinclassic.ch

 

A cura di Flavio Benedetto

Credit: M. Vannetti – S. Silvestrini 

 

Articolo precedenteCristina Cipolli: Voluttuoso Minimalismo
Articolo successivoFondazione Mazzoleni e Fondazione Majid, uniti per “Renaissance”